You are currently viewing Specie di scarafaggi

Specie di scarafaggi

Ti è capitato di svegliarti nel cuore della notte e di trovare uno o più scarafaggi che si spostavano velocemente sul pavimento di casa tua? Se questo è il tuo caso, molto probabilmente hai a che fare con una vera e propria infestazione di scarafaggi! Questi insetti, infatti, tendono a rimanere nascosti durante il giorno, per poi uscire allo scoperto quando fuori fa buio. Durante la notte, possono uscire indisturbati dai loro piccoli rifugi e cercare fonti di cibo di cui nutrirsi.

Quindi, se hai notato alcuni esemplari che si aggiravano per casa tua, purtroppo è probabile che ce ne siano altri nascosti in qualche piccola fessura e che l’infestazione sia già in atto.

In questo caso, niente panico! Prima di pensare ai possibili rimedi per eliminare gli scarafaggi, è importante assicurarsi che si tratti davvero di questa specie infestante. Siamo convinti che conoscere il nemico sia il miglior modo per combatterlo. Individuando la specie in questione fin da subito, potrai correre ai ripari prima che la situazione si aggravi ulteriormente.

In questo articolo ti vogliamo spiegare quali specie di scarafaggi si sono diffuse nel nostro Paese e quali sono le caratteristiche morfologiche e le abitudini che distinguono una specie dall’altra.

Specie di scarafaggi in Italia

In tutto il mondo, esistono circa 4.000 specie di blatte, ma di queste soltanto 30 sono state riconosciute come specie di scarafaggi pericolose per l’uomo.

In Italia, invece, si sono diffuse circa 15 specie di blatte. In questo articolo vogliamo concentrarci sulle specie che più frequentemente infestano i nostri ambienti.

Specie di blatte in casa: Blattella germanica

Blatta germanica
Foto di Blatta germanica

La Blattella germanica è facilmente riconoscibile per la sua forma allungata e per le due macchie scure che ricoprono il suo dorso. 

Queste blatte, chiamate anche Fuochiste, sono molto resistenti e adattabili e, grazie a queste caratteristiche, sono riuscite a diffondersi praticamente in tutto il Pianeta.

Ma come puoi riconoscere un esemplare appartenente a questa specie? Se vuoi distinguere la Blattella Germanica dalle altre specie di scarafaggi, non devi far altro che cercare alcuni tratti distintivi.

Questo scarafaggio ha una testa molto più piccola rispetto al resto del corpo, da cui partono due lunghe antenne mobili. Il suo corpo ha un colore marroncino chiaro, con due macchie più scure sopra il dorso.

Le femmine hanno un addome piuttosto arrotondato, ricoperto dalle ali. I maschi, invece, hanno un addome più snello ma non sono dotati di ali.

Le condizioni che permettono a queste blatte di prosperare sono l’umidità e la presenza di sorgenti di calore. Ecco perché questi insetti cercano di infiltrarsi nelle abitazioni, nei magazzini, nei ristoranti e in tutti quegli ambienti dove possono trovare condizioni favorevoli alla loro sopravvivenza.

Questa specie è una delle più diffuse al mondo ed è particolarmente difficile da sconfiggere. Oltre ad essere insetti estremamente prolifici, possono nutrirsi di tutto ciò che trovano, persino dei resti di sapone e dentifricio.

Per riconoscere una loro infestazione, ti suggeriamo di ricercare la loro presenza soprattutto in bagno e in cucina. Questi sono gli ambienti più umidi della casa, che favoriscono la loro sopravvivenza. Oltre agli insetti, osserva con attenzione le superfici e gli angoli delle stanze. Potresti trovare delle macchie fecali scure nelle zone infestate, segno inconfondibile della loro presenza.

Specie di scarafaggi in casa: Blatta orientalis (Scarafaggio nero)

Scarafaggio nero
Foto di Scarafaggio nero

La Blatta Orientalis, chiamata comunemente “Scarafaggio nero”, ha il tipico aspetto della blatta che tutti noi abbiamo in mente. Il corpo di questo scarafaggio è tozzo e di un colore marrone scuro tendente al nero. In età adulta, può raggiungere i 3 cm di lunghezza. Riconoscere questa specie è molto semplice. Se vedi uno scarafaggio di un colore scuro lucente, con due antenne filiformi e un corpo tozzo e appiattito, è molto probabile che si tratti di uno”Scarafaggio nero”.

Gli scarafaggi neri prediligono gli ambienti umidi e freschi, come i seminterrati, gli scarichi, i cumuli di immondizia e di fogliame morto. La loro sopravvivenza, infatti, è legata alla presenza di acqua. La Blatta orientalis non riesce a vivere per più di due settimane senza bere acqua.

Nonostante il loro corpo tozzo, gli scarafaggi neri sono in grado di spostarsi velocemente e di infiltrarsi nelle nostre case risalendo i condotti e le tubature. 

Blatta dei mobili

Foto di specie di scarafaggio
Foto di Blatta dei mobili

La Supella Lungipalpa viene chiamata comunemente “Blatta dei mobili” proprio per gli ambienti in cui solitamente si annida.

Come tutte le specie di scarafaggi in casa, può cibarsi praticamente di qualsiasi scarto a sua disposizione. 

A differenza delle altre blatte, però, le sue fonti di cibo preferite sono quelle ad alto contenuto di amido, come la carta e la rilegatura dei libri. 

La Blatta dei mobili predilige gli ambienti bui, caldi e secchi, come i solai, le camere da letto, gli uffici e, soprattutto, i vecchi mobili.

Questa è la specie infestante più piccola in assoluto. In età adulta, non supera i 15 mm di lunghezza. Puoi riconoscerla facilmente grazie alle strisce di colore giallo-marrone che ricoprono il suo addome e grazie alle sottili antenne che sono più lunghe di tutto il suo corpo. 

Blatta americana

Immagine di Scarafaggio rosso
Foto di scarafaggio rosso

La Blatta americana, chiamata anche “Blatta rossa”, è facilmente riconoscibile per il suo corpo di un colore marrone-rossiccio intenso. Questo scarafaggio è dotato di ali ben sviluppate che gli permettono di volare e di spostarsi velocemente. È una delle specie di blatte in Italia più grandi in assoluto. Gli esemplari adulti, infatti, possono raggiungere i 4 cm di lunghezza. Grazie alla sua velocità, questo scarafaggio riesce a infiltrarsi facilmente nelle case o in altri ambienti risalendo le tubature o volando dai rami degli alberi vicini.

Come tutte le specie di scarafaggi in Italia, anche questa blatta ama gli ambienti caldi, umidi e poco illuminati. Spesso si annida all’interno delle tubature delle cucine e dei bagni, nei solai, nei seminterrati e in tutti quegli ambienti dove può trovare scarti alimentari o altri insetti di cui nutrirsi. 

In conclusione, abbiamo visto quali sono le 4 specie di scarafaggi più diffuse nel nostro Paese. Ti ricordiamo che la presenza di questo insetto non causa solo ribrezzo e disgusto, ma rappresenta un vero e proprio rischio per la nostra salute. Gli scarafaggi, infatti, possono trasmettere virus e batteri pericolosi per gli esseri umani. Ecco perché è fondamentale riconoscere subito i segni di un’infestazione e correre ai ripari attraverso un intervento di Disinfestazione da Scarafaggi professionale!