Specie di zanzare

Sapevi che sono state identificate più di 3.500 specie di zanzare nel mondo

Di queste, almeno 60 specie si sono diffuse anche nel nostro Paese. Le infestazioni di questi piccoli insetti sono fonte di grande disturbo, in quanto le loro punture provocano un prurito particolarmente intenso, che in alcuni casi può portare a grattarsi insistentemente fino alla comparsa di vere e proprie lesioni sulla pelle.

Conoscere le specie di zanzare presenti in Italia è un ottimo modo per prepararsi al loro arrivo e per difendersi al meglio dalle loro infestazioni.

Conoscere il nemico ti permetterà di individuare subito la specie infestante e di adottare i rimedi più efficaci per evitare che l’infestazione si aggravi. 

In questo articolo non vogliamo parlarti di tutte le 60 specie presenti in Italia, in quanto sarebbe impossibile approfondire in modo dettagliato le caratteristiche di un numero così grande di specie.

Esempio di specie di zanzare

Piuttosto, desideriamo spiegarti in modo chiaro quali sono i 4 tipi di zanzare che si diffondono più facilmente nei nostri ambienti e come puoi distinguere una specie dall’altra.

Conoscere queste 4 specie di zanzare ti permetterà di adottare i rimedi più efficaci in base alla specie infestante in questione, riducendo così il rischio di gravi infestazioni durante la stagione estiva.

Le 4 specie di zanzare in Italia

Come accennato, tra tutte le varie specie di zanzare diffuse nel nostro Pianeta, solo una sessantina di queste si è stanziata in Italia. L’arrivo delle zanzare è particolarmente temuto per il prurito causato dalle loro punture, che in certi casi può provocare lesioni e infezioni dovute al continuo sfregamento.

Le punture delle zanzare non sono da temere soltanto per il fastidioso prurito che causano, ma anche per le malattie e i virus che possono trasmettere.

Vedi Anche:  Punture delle pulci

Conoscere meglio le specie più comuni in Italia ti permetterà di mettere in atto le misure preventive più efficaci, in modo da tenerle lontane da casa tua e soprattutto, dalla tua pelle.

 

Quante specie di zanzare esistono in Italia?

Esempio di una specie di zanzare

La Zanzara comune

Il nome scientifico della zanzara chiamata “comune” è Culex Pipiens. Si tratta di un insetto di piccole dimensioni, di colore marrone chiaro opaco. 

Nonostante sia una zanzara molto piccola, grazie alle forti ali di cui è dotata è in grado di compiere lunghi voli. 

Il suo ciclo vitale si completa in un arco di tempo che varia tra i 6 e gli 8 giorni. Generalmente, questa specie di zanzara si riproduce in ambienti caratterizzati dalla presenza di umidità, ad esempio vicino a scarichi o ristagni d’acqua.

Le zanzare comuni sono particolarmente attirate dai colori scuri. Per questo, è consigliabile indossare capi dai colori chiari per evitare di essere assaliti e ritrovarsi pieni di punture sulla pelle.

Inoltre, queste piccole zanzare sono molto abili ad intrufolarsi tra le mura domestiche. Una volta che riescono ad entrarvi, spesso e volentieri rimangono al loro interno per continuare ad avere a disposizione fonti di nutrimento.

Quindi, per evitare di avere questi nuovi inquilini in casa tua, preparati al loro arrivo e acquista delle zanzariere di qualità da applicare sia sulle porte che sulle finestre di casa tua!

 

Zanzara comune

Immagine di specie di zanzare comune

La Zanzara tigre

Il nome scientifico della zanzara tigre è Aedes albopictus. Si tratta di una specie facilmente riconoscibile grazie al suo corpo nero ricoperto da strisce bianche. Rispetto alla zanzara comune, questo insetto ha dimensioni più grandi. L’insetto adulto può misurare dai 2 ai 10 mm, in base a quanto nutrimento è riuscito ad assumere durante il suo stadio larvale.

Vedi Anche:  Termiti del legno

Nonostante sia originaria delle foreste asiatiche tropicali, questa zanzara è riuscita a diffondersi anche nel nostro Paese, soprattutto nelle regioni caratterizzate da estati calde e umide, come il Veneto, la Lombardia e l’Emilia-Romagna.

A differenza delle altre specie di zanzare, la zanzara tigre non depone le uova direttamente sull’acqua, ma nelle sue immediate vicinanze. Un’ altra caratteristica che la contraddistingue è la sua aggressività. Si tratta infatti di un insetto vorace, che tende a pungere la pelle dell’uomo anche durante il giorno, e non solo di notte come fa la maggior parte delle zanzare.

In particolare, punge la zona delle gambe e dei piedi, in quanto è in grado di volare soltanto a pochi centimetri da terra.

Quindi, se vuoi proteggerti da questa zanzara così aggressiva, ricordati di coprire la zona delle caviglie e dei piedi e di usare dei repellenti specifici per le zanzare anche durante il giorno!

 

Foto di zanzara tigre

Specie di zanzare: Zanzara tigre

La Zanzara Anofele

La zanzara appartenente a questa specie è provvista di ali ricoperte da piccole macchie chiare e scure. Il corpo invece è di un colore marrone scuro, con zampe sottili e molto lunghe.

Una caratteristica peculiare di questa specie è data dal loro habitat naturale. A differenza delle altre zanzare infatti, questa specie predilige i ristagni d’acqua puliti e incontaminati.

Come tutte le altre specie di zanzare, anche questa punge l’uomo per nutrirsi del suo sangue, ma lo fa soltanto durante le ore notturne. 

La Zanzara Coreana

La Zanzara coreana, dal nome scientifico Aedes koreicus, presenta caratteristiche molto simili alla zanzara tigre.

La differenza principale ha a che fare con le sue dimensioni, visibilmente più grandi rispetto a quelle della zanzara tigre. Inoltre, non presenta la tipica striscia bianca sul torace che si può notare sul corpo delle zanzare tigri. 

Ma quali sono le caratteristiche che rendono la Zanzara coreana così simile alla tigre? Prima di tutto, la sua aggressività. Anche questa specie infatti è piuttosto aggressiva e vorace. Può pungere la pelle dell’uomo durante tutte le ore del giorno, provocando un prurito particolarmente fastidioso.

Questa zanzara è dotata di una resistenza innata, che le permette di sopravvivere anche alle basse temperature. Un piccolo ristagno d’acqua può bastarle per sopravvivere, accoppiarsi, riprodursi e creare una numerosa colonia di zanzare.  Riconoscere una sua infestazione si rivela molto importante, in quanto le sue punture non sono solo fastidiose, ma possono anche trasmettere malattie e virus pericolosi, tra cui l’encefalite giapponese.

Foto di zanzara coreana

Immagine di specie di zanzara: Coreana

In conclusione, dato che le punture delle zanzare sono molto fastidiose e possono essere veicolo di malattie pericolose per l’uomo e per gli animali domestici, ti consigliamo di cercare fin da subito i segni di una possibile infestazione.

Se desideri ricevere maggiori informazioni in merito alle specie di zanzare presenti in Italia o vuoi avere un preventivo gratuito per un intervento di disinfestazione professionale, non esitare a contattarci telefonicamente o compilando il form che trovi nella nostra Home Page!